Friultrasporti mette le mani sul Reefer Terminal di Livorno

Ship2Shore

Dalla fiera Fruit Logistica di Berlino il presidente di CPL Enzo Raugei annuncia la nuova partnership per il rilancio dell’infrastruttura

Friultrasporti_ship2shore_gen2016

Che il business del moderno Reefer Terminal di Livorno non fosse mai decollato nel segmento della frutta e delle merci deperibili non è un mistero. Nel 2015 il terminal ha visto movimentare solo per il 50% ortofrutta, la restante metà di magazzino è stata riempita con altre merci varie, soprattutto cellulosa.

Ecco perché i portuali livornesi si sono convinti a passare la mano accettando di accogliere nella compagine azionaria l’azienda di trasporti e logistica Friultrasporti. Lo rivela dalla fiera Fruit Logistica di Berlino il presidente del gruppo CPL (Compagnia Portuali di Livorno), Enzo Raugei: “Il Reefer Terminal vivrà una nuova fase di lancio dal momento che a breve sarà formalizzato l’affitto del ramo d’azienda a una newco composta dalla Friultrasporti di Paolo Beltramini, che avrà la maggioranza azionaria, e dal Gruppo Cpl”.

E’ stato anche predisposto un nuovo piano industriale che traguarda già entro un anno il risultato di riempire al 100% di frutta il terminal reefer livornese. La struttura, che dispone di 11.000 mq di magazzino coperto, 12 celle frigo e 20.000 mq di piazzale e ha una capacità di stoccaggio di 9.500 pedane, nel 2015 ha lavorato allo svuotamento di circa 5 mila contenitori per Dole, Del Monte e altri caricatori. La frutta arriva prevalentemente dai Paesi del Centro e Sud America.

“Nuovo impulso ai traffici con il Sud America arriverà dal servizio che Cma Cgm si appresta a far partire tra Ecuador e Italia, che a Livorno, dal prossimo mese di aprile, scalerà il Terminal Darsena Toscana” conclude Raugei, ospite dello stand della port authority livornese, che sorge proprio affianco a quello di TDT (sotto l’ombrello di GIP – Gruppo Investimenti Portuali).

Per Friultrasporti, azienda livornese tradizionalmente attiva nell’attività di trasporto stradale, l’ingresso nel Reefer Terminal segna un’interessante diversificazione di business nella logistica e nel trasporto di merci deperibili.

Nicola Capuzzo